News

Livelle laser e digitalizzazione del cantiere

Livelle laser e digitalizzazione del cantiere

La digitalizzazione del cantiere: livelle laser e strumenti di misura

La digitalizzazione dei processi lavorativi, man mano che migliorano le tecnologie e gli aspetti positivi dell’uso di strumenti di misura come strumenti topografici o livelle laser non possono più essere sottovalutati, diventa una necessità improrogabile per il settore dell’edilizia dove è necessario migliorare e aumentare l’efficienza dei cantieri per rimanere competitivi e offrire un servizio affidabile e sicuro.

La digitalizzazione del cantiere ha vantaggi, da un lato, sotto l’aspetto del miglioramento del lavoro sia quotidiano che dell’intero progetto, dall’altro, sotto l’aspetto economico perché permette di ridurre i tempi morti, di tenere sotto controllo il livello di avanzamento delle lavorazioni e di gestire in maniera efficiente la movimentazione dei macchinari e dei materiali.

Ottimizzazione dei processi e miglioramento delle performance

Tra i benefici più importanti che derivano dall’adozione delle tecnologie digitali sul cantiere ci sono l’ottimizzazione dei processi e il miglioramento delle performance lavorative. Si tratta di due aspetti fondamentali che, da una parte, favoriscono uno svolgimento dei lavori accuratamente coordinato e, dall’altra, consentono ad ogni impresa di essere competitiva proprio perché attraverso l’ottimizzazione dei processi riesce a garantire risultati di qualità.

L’uso di livelle laser e di strumenti topografici permette di raccogliere dati con estrema precisione, di trasmetterli a piattaforme che provvedono a elaborarli e a renderli immediatamente e contemporaneamente disponibili a tutti gli operatori. Questo processo di condivisione è reso possibile grazie alla metodologia operativa BIM che mette al centro i dati ed è predisposta per fornire a tutti gli operatori le informazioni necessarie alle lavorazioni da eseguire.

Risparmio di tempo e di risorse economiche

Digitalizzare un cantiere consente quindi di raccogliere, elaborare e condividere dati in tempo reale, con tutte le figure professionali che operano al suo interno. Queste procedure permettono, quindi, di: risparmiare tempo, velocizzando le comunicazioni tra le parti e avendo sempre ben chiari gli interventi necessari in una determinata fase del processo di lavorazione; eliminare i tempi morti sul cantiere, dovuti alla mancanza di materiale o all’indisponibilità di macchinari o di personale; gestire in maniera ottimale le risorse umane, le macchine e i materiali; aumentare, infine, il livello complessivo di sicurezza sia collettiva che di ogni singolo lavoratore.

L’uso di stazioni totali, di livelli laser e di strumenti di misura laser connessi tra loro grazie alla tecnologia BIM rappresenta il futuro per il settore edile.

Il futuro del settore edile

Il settore delle costruzioni sta accogliendo nuovi metodi di lavorazione che, come abbiamo visto, offrono importanti vantaggi per quel che riguarda la velocità e la precisione dell’avanzamento dei lavori, la riduzione dei costi di manodopera e dello spreco di materiale, l’ottimizzazione dell’uso dei macchinari, la possibilità di rilevare in tempo reale problematiche e di porvi rimedio tempestivamente.

La cultura digitale dovrebbe riguardare tutti gli aspetti relativi alla gestione di un cantiere edile, da quelli amministrativi a quelli pratici, da quelli della gestione degli edifici e delle infrastrutture a quelli della gestione degli operatori.

Spektra è, sin dalla sua fondazione, impegnata nella diffusione della cultura digitale nei cantieri: contattateci per scoprire come rivoluzionare il vostro modo di lavorare.